giovedì 30 settembre 2010

I've got a ticket to ride

Mentre il mio capo mi promette molte più ore di lavoro nel prossimo mese e io, da brava attrice professionista quale sono diventata, esclamo entusiasta che non vedo l'ora, continuo a pianificare il mio soggiorno nel Regno di Oz e oggi ho comprato il biglietto per Melbourne!
Partenza 4 novembre.
Cairns comincia a starmi stretta e l'unica cosa che mi tiene qui ora è la possibilità di guadagnare qualcosa.
Tra parentesi la qualità della vita qui è davvero superiore, non è un luogo comune, e se hai un lavoro, uno qualunque, non esiste il concetto di non arrivare a fine mese.
Comunque con l'arrivo dell'estate Melbourne is the place to be!Abbiamo incontrato moltissimi backpackers in viaggio in Australia (cercando di spiegare il concetto di backpacker a mio padre ne ha tirato fuori la traduzione perfetta.Il suo commento è stato: "ah sono zingari come te, ho capito") e quasi tutti si sposteranno lì nei prossimi mesi. Speriamo sia bella come dicono.
Lentamente inizia ad insinuarsi il dubbio di estendere il soggiorno oltre il 6 dicembre (data in cui ho fissato il ritorno).
Mi sembra così vicino e ci sono ancora così tante cose da fare e vedere!
Domani una delle compagnie di cui vendo i tour in hotel mi offre gentilmente un'escursione aggratise nella foresta pluviale e in un piccolo paesino che si chiama Kuranda. E' per vendere meglio il prodotto sapete, conoscendolo è tutto più facile. Mica sono una scroccona come piace pensare a qualcuno!
Prima di annunciare la mia dipartita dovrò sbrigarmi anche ad andare a vedere la Barriera Corallina, così con la scusa dell'hotel magari riesco a beccarmi qualche altro sconto. Non vi preoccupate, pasticche contro il mal di mare in tasca e possibilità di vedere Nemo e i suoi amici senza traumi comodamente all'interno di una specie di sottomarino!!Farò l'escursione con un gruppo di anziani probabilmente visto che tutti fanno snorkelling e immersioni ma me la vivo bene!Cioè vedere la Barriera Corallina senza rischiare la mia misera vita è una bella soddisfazione no?
Nel frattempo sbrigatevi a fare la rivoluzione da quelle parti perché ho letto un po' i giornali ultimamente e non credo sarà facile tornare a quell'atmosfera una volta che dovrò lasciare questo paese.
Tra la spensieratezza australiana e la gastrite in Italia secondo voi chi vince?
Mi sa che è meglio che mi goda il più possibile questa vacanza dalla vita vera e che non mi ci abitui troppo.



2 commenti:

immasemplice ha detto...

...la solita scroccona!!! ale mi sa che di questo passo torni ricca in italia...e noi (se così fosse) ti rispediremo nel mondo incantato;P

Ale ha detto...

Si comunque per equilibrare le piccole "fortune" ci sono sempre le piccole "sfighe". Infatti il giorno in cui ho scroccato la gita ha piovuto a dirotto e durante il giro in funivia in cui avrei dovuto vedere la foresta pluviale ho visto la nebbia fitta in Val Padana!Grrr

Posta un commento